Cosa vedere ad Alberona

Alberona, uno splendido borgo montano, cosa vedere in questo posto così evocativo. Abituati ad associare la Puglia al mare non si pensa che questa bella regione possa offrire anche borghi tipici di altitudine più elevate. Invece ecco che la Puglia ci propone Alberona. Immersa nel verde dei monti della Daunia, ad un’altitudine di 732 m.s.l.m. sulle pendici del monte Stillo che domina dall’alto il Tavoliere delle Puglie, dove non è improbabile trovare, nei mesi più freddi, un paesaggio innevato. Circondata da boschi, Alberona conta anche due fiumi, la Salsola a nord, il Vulgano a sud. Fondata dai Bizantini, ampliata dai Normanni, è stata anche feudo dei Templari, un luogo ricco di testimonianze storiche e innumerevoli riferimenti naturalistici. Premiata con la Bandiera Arancione dal Touring Club, e nominata anche tra i Borghi più Belli d’Italia, non ci resta che vedere i punti d’interesse che nasconde questo borgo.

Chiesa Madre Natività di Maria Vergine

Si erge in Piazza del Popolo, il titolo “Natività di Maria Vergine” è stato portato dai cavalieri Templari, dei quali oggi conserva lo stemma sullo
spigolo sinistro della facciata. Costruita nel 1718 e consacrata nel 1731, è in realtà una chiesa costruita postuma ad una originaria situata nel centro della città. Nonostante sia stata ristrutturata, il campanile è ancora quello eretto ai tempi dei Templari, che originariamente era torre militare. Soffermatevi ad ammirare il panorama sulla Daunia che offre la piazzetta davanti la chiesa.

Centro di alberona e Monti Dauni
Centro di alberona e Monti Dauni

Torre del Gran Priore

Prendendo Via Torre, giungiamo alla Torre del Gran Priore. Tra le cose da vedere ad Alberona non posso escludere il monumento per eccellenza del paese. La torre è il simbolo del borgo e risale al XIV secolo, fatta costruire dai templari, insieme al palazzo oggi quasi totalmente distrutto. Subito dopo è diventata la residenza del Gran Priore dell’Ordine dei Cavalieri di Malta di Barletta. Nel 2002 è stata donata a Italia Nostra, che l’ha utilizzata come sede e l’ha completamente ristrutturata. Tuttavia, al momento, non vi sono attività di alcun tipo.

Altre cose da vedere ad Alberona

Vi consiglio di vagare per le vie del borgo e scoprire tesori che possono raccontarne il passato. Alberona è anche conosciuta come la patria delle “cento fontane“, che forniscono acqua di sorgente pura. Le più famose sono Fontana Pisciarelli, la Fontanella e la Fontana della Muta. Passano da Piazza Civetta potrete ammirare la Chiesa di San Rocco, con le sue forme regolari, in stile neogotico. Ad Alberona è anche presente il Museum Antiquarium dove sono custoditi reperti che raccontano la storia del paese, dalla preistoria agli inizi del novecento.

Un’altra curiosità che nasconde questo borghetto è la Neviera. Si tratta di un edificio circolare, in pietra situata quartiere Conca Toppo. Durante i mesi invernali, qui dentro, veniva raccolta la neve che poi era utilizzata per uso alimentare e per uso medico. Nei pressi di Alberona si può visitare un’altro museo, il “Museo del Bosco“, da qui si gode di un’ottima vista e sono conservati gli strumenti di lavoro e oggetti della civiltà contadina.

Cosa vedere nei dintorni di Alberona

Alberona essendo immersa nei boschi dei monti Dauni, propone diversi sentieri. Si possono percorrere i sentieri che attraversano il bosco del Sub appennino, oppure si può raggiungere il canale delle teglie, caratterizzato da  piccole cascate, ma si può anche giungere in cima al Monte Cornacchia, il più alto della Puglia (1152 m.s.l.m.).

A mezz’oretta d’auto potrete anche visitare Lucera, e il suo anfiteatro tra i più antichi mai scoperti. E a pochi chilometri potrete anche visitare Foggia, e i suoi eleganti palazzi ottocenteschi.

Monte Cornacchia, vicino alberona
Alberona cosa vedere: Monte Cornacchia

Eventi ad Alberona

Alberona è anche conosciuta come il Borgo della Poesia, in onore di Giacomo Stizzi, un poeta la cui caratteristica era scrivere poesie nel dialetto del suo amato paese. Oggi in suo onore si svolge ogni anno il “Premio Internazionale “Borgo D’Alberona“, dove possono partecipare tutti i poeti residenti in Italia e all’estero, ciascun concorrente può partecipare con un massimo di tre poesie inedite. Un altro evento molto conosciuto sono i Presepi Viventi, una tradizione conosciuta in tutta la Puglia. Durante tutto il periodo natalizio, Alberona si trasforma in un suggestivo presepe che ricalca i sacri eventi della città di Betlemme. Questo avvenimento richiama molti curiosi anche dalle città confinanti.

Alberona cosa vedere

Tradizione Culinaria

 La cucina tradizionale è influenzata dal territorio circostante, i piatti tipici sono quindi quelli con protagonisti le carni provenienti da allevamenti locali e selvaggina e le verdure. Tra i formaggi viene utilizzato il caciocavallo realizzato nelle montagne circostanti. È d’obbligo assaggiare alcuni piatti  tipici come i pasta fresca al sugo di cinghiale, lo spezzatino d’agnello, o come la coteca con fagioli. Tra gli ingredienti più impiegati nelle ricette troviamo i funghi, il tartufo, le olive, come la “Bella della Daunia” e gli asparagi.

pasta con sugo di cinghiale ad Alberona
Pasta con sugo di cinghiale ad Alberona

Come arrivare ad Alberona

  • Auto: dall’autostrada prendere l’uscita Foggia. poi la SS 17 fino a Lucera, poi perseguire per Alberona;
  • Treno: Alberona non possiede stazione propria, la più vicina è quella di Lucera, da dove poi si possono prendere diversi autobus;
  • Aereo: il più vicino è l’aeroporto di Bari 166 km.
Foto Carla Fiume

Classe 1993, mi piace scrivere, viaggiare, lanciarmi in nuove avventure e scoprire nuovi luoghi. Mi emoziono facilmente davanti ai tramonti e ai gattini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.