All About Puglia » News » Dove Andare » Valle d'Itria » Cosa vedere a Locorotondo

Cosa vedere a Locorotondo

Locorotondo cosa vedere

Locorotondo rappresenta una perla che si erge nella Valle d’Itria e ne offre una visione imparagonabile. È un comune a sud di Bari, situato nella suggestiva Valle d’Itria. Ma cosa c’è da vedere a Locorotondo? Iniziamo con il dire che il nome nasconde una curiosa caratteristica della città. Deriva, infatti, dalla morfologia circolare assunta dai primi centri abitati che hanno lasciato al centro la chiesa madre, sviluppando le case su anelli concentrici. Questa caratteristica è ben visibile all’arrivo, ed è probabilmente uno dei motivi che la rende così affascinante agli occhi dei turisti e non solo. L’elenco dei borghi più belli d’Italia ha inserito Locorotondo nella sua lista. È stata anche premiata con la bandiera arancione per la fruibilità del centro storico e per l’armonia delle strutture e delle forme. Insomma, non potete escluderla dai luoghi da vedere assolutamente in Puglia! Ora vediamo, nello specifico, cosa vedere a Locorotondo.

Il centro storico di Locorotondo

Il centro storico di Locorotondo è intriso di fascino, le case tipiche del borgo si chiamano “cummerse“. Corrispondo all’aspetto più tipico di Locorotondo. Si tratta di case, ma anche chiese, con forme pulite e geometriche e con un tetto spiovente, rivestito da lastre calcaree definite “chiancarelle“. Ne è un esempio anche la Chiesa Madonna della Greca, dalle forme pulite e in stile romanico. Il centro storico di Locorotondo vi sorprenderà con le sue tantissime chiese antiche e gli infiniti vicoli fioriti che si aprono su di un panorama magnifico. Vi consiglio di passeggiare, per il borgo, senza meta soprattutto per immergervi nella magia che questo magnifico paese sa trasmettere.

Chiesa Madre di San Giorgio

San Giorgio è considerato il Santo Patrono del paese. la chiesa è stata costruita a cavallo tra il settecento e l’ottocento. Si erge dove in passato sorgevano altre due chiese dedicate sempre a San Giorgio. La facciata è neoclassica e sul timpano troviamo una rappresentazione di San Giorgio con il drago, in basso negli angoli, due statue di San Pietro e San Paolo.  All’interno troviamo dei bassorilievi in pietra che risalgono al XIV secolo e la cripta, dove oggi, possiamo ammirare alcune statue.

Chiesa Rettoria di San Rocco

San Rocco è invece il Santo Protettore di Locorotondo, l’inizio del culto di questo Santo, viene fatto risalire ad uno scampato pericolo di contagio di peste intorno al ‘600. Tra le cose da vedere a Locorotondo compare questa deliziosa chiesetta, che risale al 1872. Prima di questa data c’era una cappella al di fuori delle mura della città. Possiede una base a croce greca sormontata da una cupola decorata con cassettoni bianchi e dorati. Nell’abside invece, troviamo la statua di legno vestita di San Rocco.

Locorotondo centro storico
Locorotondo (BA), centro storico

Altro da vedere a Locorotondo

Non dimenticatevi di fare anche una passeggiata nella villa comunale della città da qui infatti, si può ammirare lo splendido panorama offerto dalla Valle d’Itria. Ma un panorama ancora più suggestivo lo mostra il cosiddetto “lungomare”, in realtà è Via Nardelli, chiamata così perché si affaccia sulla meravigliosa Valle donando una sconfinata vista che arriva fino al mare, e durante alcune mattinate la foschia dà l’illusione di trovarsi davanti al mare. Tra le cose da vedere a Locorotondo, vi segnalo la Torre dell’Orologio. In passato, questa torre, era sede dell’ università, la sua costruzione risale al settecento. L’orologio inizialmente si trovava sul campanile della chiesa madre, poi venne spostato su questa torre. In seguito si sono aggiunti la parte superiore della torre e il colonnato circolare. Oggi si può salire sulla torre per poter ammirare il paesaggio circostante e godere del panorama che si staglia sull’agro circostante, sulla meravigliosa Valle d’Itria.

Cosa fare a Locorotondo: eventi

La festa patronale è dedicata a San Rocco, e si festeggia tra il 15 e il 17 agosto. Questo evento attira molti cittadini confinanti e numerosi turisti che accorrono per il folklore e il calore della tradizione tipica delle feste patronali. Tratti tipici della festa sono: la Diana, ovvero la processione che parte dalle primissime ore del 16 agosto e che percorre tutto il paese suonando una melodica nenia. E la spettacolare gara di fuochi pirotecnici, che si staglia sulla Valle d’Itria, la cui prima edizione risale al 1957. Vi consiglio di prendere parte a questo spettacolo o da Via Nardelli oppure tra i vicoletti che portano alla chiesetta Sant’Anna.

Un’altra festa che ha reso particolarmente famosa Locorotondo è il Locus Festival. Arrivato oramai alla sedicesima edizione, un evento che riunisce grandi nomi della musica internazionale. Negli anni si sono esibiti artisti dal calibro di MS. Lauryn Hill, il dj americano Theo Parrish, Paul Weller, e artisti italiani come I Baustelle, Niccolò Fabi, Margherita Vicario, Giorgio Poi e tanti altri. Si tratta di un evento che avviene ad agosto, quindi sarà facile conciliare le vostre vacanze con le date di questo straordinario evento musicale.

Locorotondo, centro storico con piante
Centro storico di Locorotondo, Valle d’itria

Cosa vedere a Locorotondo: dintorni

Se siete a Locorotondo, non potrete non inserire nel vostra tabella di marcia anche un tour nelle campagne circostanti. In particolare vi segnalo la contrada Serafino che regala un panorama mozzafiato. Poi ancora, nell’agro della città, potrete ammirare il fascino dei cosiddetti “jazzile ovvero l’insieme di case e trulli dove convivevano diverse famiglie condividendo servizi comuni. Nei dintorni di Locorotondo troviamo anche il trullo più antico mai scoperto, risale al 1559 e si trova in contrada Marziolla. Altre contrade da inserire nel tour tra le campagne di Locorotondo sono: contrada San Marco, dove si trova l’antichissima chiesetta omonima; contrada Seicaselle e quella di Pantaleo, dove troverete una chiesetta ottocentesca, una masseria e numerosi trulli immersi tra alberi di fragno.

Inoltre Locorotondo è immersa nella splendida Valle d’Itria, perché non approfittarne per viaggiare tra le bellezze e i borghi più belli di questa valle? Come Martina Franca che dista pochi chilometri da Locorotondo e vi catturerà con il suo bellissimo centro storico. Anche Cisternino dista pochi chilometri, e vi consiglio caldamente di farci un giro, non ve ne pentirete. Infine, non dimenticatevi della città dei trulli, l’incantevole Alberobello, che non può assolutamente mancare in un tour alla scoperta della Valle d’Itria.

Tradizione Culinaria

La cucina tipica di Locorotondo affonda le sue radici in ingredienti semplici ma buoni, tipici della cultura agricola della zona. I piatti tipici del borgo sono: a Cialledde, fatto con pane raffermo, pomodorini, sedano, sale e pepe e con acqua fredda per poter ammorbidire il pane. Si tratta di un piatto molto tradizionale, tipico dei nostri antenati, ma molto buono e nutriente, assolutamente da assaggiare! Poi ci sono le immancabili orecchiette alle cime di rapa, qui viene aggiunta “la mollica” ovvero pane fatto soffriggere nell’olio d’oliva. Un altro piatto tipico della tradizione sono gli gnumerèdde suffuchete ovvero involtini a base di trippa ed interiora di agnello, con profumo di prezzemolo.

Ah, non dimenticatevi di assaggiare un buon calice di vino bianco di Locorotondo! La denominazione Locorotondo DOP è molto antica, anche se solo negli ultimi anni ha iniziato ad essere conosciuta. Ne parliamo qui.

Video

Qui di seguito un video realizzato da una coppia di viaggiatori polacchi che hanno ripreso gli scorci più belli e suggestivi della cittadina della Valle d’Itria.

Locorotondo – Comune della Valle d’Itria

Come arrivare a Locorotondo:

  • Auto: da Bari prendendo la S.S. 16 (litoranea) con uscita a Fasano imboccando la 172 Dir; da Taranto percorrendo la statale 172 Dir; da Brindisi percorrendo la S.S. 379 con uscita Fasano, poi attraverso la 172 Dir;
  •  Treno: Locorotondo possiede una stazione ferroviaria ben collegata;
  • Aereo: da Bari Palese (75 km circa) o da Brindisi Casale (55 km circa).
Foto Carla Fiume

Classe 1993, mi piace scrivere, viaggiare, lanciarmi in nuove avventure e scoprire nuovi luoghi. Mi emoziono facilmente davanti ai tramonti e ai gattini.

1 commento su “Cosa vedere a Locorotondo”

Average
5 Based On 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.