All About Puglia » News » Dove Andare » Bari e il Nord barese » Cosa vedere a Monopoli

Cosa vedere a Monopoli

Vista dal faro di Monopoli

Tra splendide calette e vie del centro storico piene di locali, cosa c’è da vedere a Monopoli? Da monopolitana vi assicuro che fino a qualche anno fa questo paese non ero molto conosciuto agli occhi del grande turismo, ed ho assistito in prima persona al diffondersi del turismo nella mia città. Anche grazie alla sua capacità di soddisfare diverse esigente ha raggiunto la più conosciuta Polignano a mare, a livello di turismo. Qui infatti è possibile trovare sia la calma e il relax, sdraiati nelle diverse spiaggette; sia il divertimento, grazie alla presenza di locali e discoteche adatte ai giovani. Insomma Monopoli è una meta da tenere in considerazione! Ma ora passiamo alle cose rilevanti, ovvero cosa c’è da vedere a Monopoli:

Il centro storico

Tra i più suggestivi della Puglia, di origine alto-medievale, dev’essere la tappa fondamentale del vostro viaggio a Monopoli. Segnalo via G. Garibaldi e l’omonima piazza che sono la zona più viva del paese, ricca di locali dove poter bere e mangiare bene. Se state cercando divertimento, Monopoli è la tappa giusta, infatti di sera tutto il centro storico è popolato da schiere di giovani che girano tra i tanti locali. Consiglio poi di proseguire senza meta in queste vie, alla ricerca delle bellezze che questa cittadina nasconde. Continuando a camminare nella città vecchia si arriva al famoso arco del porto, che offre uno degli scorci più belli e instagrammabili del posto. Qui noterete sicuramente delle curiose imbarcazioni di colore blu e con dettagli rossi, si tratta dei gozzi, ovvero le tipiche imbarcazioni monopolitane.

monopoli cosa vedere
Casa nel centro storico a Monopoli

La Cattedrale della Madonna della Madia

Costruzione in stile romanico, con alcuni dettagli in stile barocco. La costruzione fu iniziata intorno all’anno 1000, ma poi interrotta per mancanza di materiali. Secondo la leggenda la notte del 16 Dicembre del 1117 una zattera approdò nel porto con una icona della Madonna della Madia. Le travi della zattera resero possibile la fine dei lavori di costruzione della Cattedrale, ecco perché si parla di miracolo, ed ecco perché la chiesa è dedicata alla Madonna della Madia.

A pochi passi dalla cattedrale troverete la Chiesa di S. Maria del Suffragio, conosciuta perché all’interno c’è una piccola cappella dove sono conservate delle mummie. Non si conoscono le reali identità degli scheletri, solo in alcune targhe è specificato la loro identità e funzione. In realtà, se siete curiosi, potrete vedere queste mummie anche dall’esterno, c’è infatti una finestra che ne consente la vista.

Cattedrale Madonna della Madia di Monopoli
Cattedrale Madonna della Madia di Monopoli

Castello Carlo V

Posto a ridosso del mare e a difesa del vecchio porto. È una fortezza cinquecentesca a cui si lega la misteriosa leggenda della dama col tamburo. Si narra che questa donna un tempo avesse vissuto nel castello, ma il suo amato partì per mare e non fece più ritorno, allora la dama, per riportare l’imbarcazione verso la giusta rotta, ogni notte suonava il suo tamburo, per poter guidare con la melodia il suo amato. E c’è chi giura di sentire, ancora oggi, questa note disperate d’amore.

Piazza Vittorio Emanuele II

Ovvero uno dei borghi più grandi della Puglia, ma anche d’Italia. È divisa da uno stradone, da una parte troviamo la fontana monumentale, costruita pochi anni fa e dall’altra il monumento ai caduti. Al di sotto di questa piazza sorgono rifugi antiaerei utilizzati durante la seconda guerra mondiale, attualmente si possono visitare con previa prenotazione.

Chiesa rupestre dello Spirito Santo

Tra le cose da vedere a Monopoli vi segnalo anche questa chiesetta, nei pressi del cimitero della città. È una piccola costruzione molto affascinante per quello che è riuscita a conservare. Si tratta di una chiesa ipogeica risalente al XII-XIII secolo d.c., totalmente sotterranea, all’interno si possono ancora notare i dettagli di alcuni preziosi di affreschi, sopravvissuti allo scorrere di diversi secoli.

Cosa vedere vicino a Monopoli

Monopoli è famosa anche per le sue acque cristalline, quindi oltre alle calette che si trovano non distanti dal centro del paese è bene dare una possibilità anche al Capitolo, con spiagge ampie e sabbiose, dove ci sono innumerevoli lidi attrezzati dove poter passare una intera giornata di relax al mare.

Ma Monopoli è anche conosciuta come la città con le 99 contrade, in realtà è un’iperbole, Monopoli infatti registra “solo” 91 contrade. Molte delle quali riservano piccoli tesori da scoprire, come le masserie. Si tratta di abitazioni quasi ancestrali, e che oggi ricoprono un ruolo leggermente diverso da quello per cui erano sorte, ma che riescono a regalare un’esperienza unica e ricca di fascino. È infatti possibile risiedere in queste splendide masserie, alcune organizzano matrimoni e feste. È molto bello vedere come la tradizione sia riuscita a sposare il turismo senza snaturare la sua origine e la sua bellezza. Per ammirare uno splendido panorama su tutta la zona di Monopoli vi consiglio di dirigervi verso il monte San Nicola. Qui, oltre che godere del panorama, potrete immergervi completamente nella natura tra muretti a secco e alberi di ulivo e il mare in lontananza.

cosa vedere a monopoli
Vista dall’alto di cala Porto Rosso a Monopoli

Eventi a Monopoli

La Festa della Madonna della Madia, è l’evento religioso che attira più curiosi in assoluto. Ogni anno, sia d’inverno (il 16 Dicembre) che d’estate (il 15 agosto) per commemorare il miracolo che vi ho raccontato precedentemente, viene fatta approdare la zattera nel porto con su il quadro della Madonna. È un evento così folkloristico e ricco di tradizione che non potete perderlo se capitate in città in quei giorni.

Anche Monopoli, come tante altri paesi, festeggia il rito dei Falò. La notte del 19 marzo in occasione di San Giuseppe le vie del centro storico si popolano di piccoli falò, tra musiche popolari e cibo tradizionale, anche questo è un evento da tenere in considerazione.

Prima vi ho parlato dei gozzi, ecco, se queste imbarcazioni hanno stimolato la vostra curiosità, dovete sapere che ad ottobre si organizzano delle escursioni sui gozzi. L’evento è aperto a tutti e si chiama “Gozzovigliando”, segnatevelo perché è un’esperienza da non perdere.

Diversi sono anche gli eventi che si tengono nelle vicine contrade, se venite d’estate ricordatevi delle diverse sagre (a base di cibo) che popolano l’agro monopolitano, come la Sagra del panzerotto in contrada L’Assunta, quella delle orecchiette in contrada Antonelli. Se invece raggiungete Monopoli d’inverno allora potrete ammirare diversi presepi viventi, in cui viene riportato in vita l’evento della nascita di Cristo tra campagne e grotte.

Molo Margherita, porto vecchio di Monopoli
Molo Margherita, porto vecchio di Monopoli

Tradizione Culinaria

La cucina monopolitana è ricca dei piatti pugliesi più rinomati: taralli, panzerotti, focaccia, braciole, riso patate e cozze e tanto altro. Ma oltre a tutte queste succulente pietanze si aggiungono altri prettamente monopolitani. Tra cui:

  • le orecchiette con le cime di rape: il primo piatto più conosciuto, la pasta è fatta con semola di grano duro, le cime di rapa una tipica verdura di queste zone;
  • l’Ingrapiata: ovvero un piatto di fave e cicorie, davvero molto buono;
  • La cialledda (acquasala): zuppa fredda di pane duro o taralli immersi in acqua, una volta che si sono ammorbiditi si aggiungono olio, sale, pomodori, origano e ciò che più preferite;
  • Le cartellate: sfoglie di pasta a forma di nastro, fritte e ricoperte di miele o vincotto;
  • Le pettole: polpettine di una pasta molto morbida fritte nell’olio e ricoperte con zucchero o scaglie di cioccolato o miele;
  • I boconotti: dolci ripieni di marmellata e pasta di mandorle;
  • Le zeppola di San Giuseppe: ciambelle fritte o al forno, decorate con crema e amarene, chiamate così perché per tradizione tutte le famiglie monopolitane le fanno durante la festività di San Giuseppe.

Come arrivare a Monopoli

  • Auto: attraverso la A14 Bologna-Ancona-Bari poi proseguire sulla SS16 fino all’uscita Monopoli;
  • Treno: Monopoli possiede una stazione ferroviaria ben collegata;
  • Aereo: con l’aeroporto di Bari dista 45 Km, con Brindisi 70 Km.
Foto Carla Fiume

Classe 1993, mi piace scrivere, viaggiare, lanciarmi in nuove avventure e scoprire nuovi luoghi. Mi emoziono facilmente davanti ai tramonti e ai gattini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.