All About Puglia » News » Dove Andare » Bari e il Nord barese » Cosa vedere a Polignano a Mare

Cosa vedere a Polignano a Mare

Cosa vedere a Polignano a mare

È giunto il momento di parlare di una città pugliese che è stata tra le prime a conoscere il turismo internazionale, oltre al Salento. Sto parlando di Polignano a Mare, cosa c’è da vedere in questo borgo di mare? La costa alta e rocciosa sulla quale si arrampicano le casette bianche del centro storico, sono uno spettacolo che dovete assolutamente vedere. Questa città è stata utilizzata molte volte come set cinematografico di diversi film. Polignano a Mare è famosa anche per aver dato i natali a Domenico Modugno, cantautore che nel 1958 ha vinto il Festival di Sanremo con la celeberrima canzone “Nel blu dipinto di blu”.

Anche in quest’area, come in quasi in tutto il sud-est barese, sono state rinvenute tracce di insediamenti umani, risalenti al neolitico. Da Neapolis, l’antica Polignano, passava anche la Via Traiana.

Dal 2008, riceve ogni anno la Bandiera Blu per la qualità delle acque marine e per i servizi di balneazione. Ma ora passiamo a parlare di cosa fare e vedere a Polignano a Mare.

piazza aldo moro polignano a mare
piazza aldo moro polignano a mare

Il Centro Storico di Polignano

Il fascino di questo centro storico è dato dal fatto che è a picco sul mare. L’esplorazione del centro storico parte dall’Arco Marchesale, la Porta Grande, in passato c’era il ponte levatoio, oggi sono ancora visibili i fori per le catene. Sulla destra c’è il Palazzo Marchesale, subito dopo, in passato, c’era la gogna. Proseguendo si arriva nella piazza principale del centro storico, Piazza Vittorio Emanuele II, dove possiamo ammirare il Palazzo dell’Orologio, sede del municipio fino al 1837, tutt’intorno ci sono palazzi nobiliari.

Proseguendo lungo le strette vie ricche di locali e negozi di artigianato, si arriva alle caratteristiche ed uniche terrazze che si affacciano a strapiombo sul mare. La vista è meravigliosa tanto che, tra le cose da vedere a Polignano, compaiono tra i primi posti. Camminando per il centro storico troverete altre terrazze con un panorama mozzafiato, ognuna di queste merita una sosta, in particolar modo quella che si affaccia su Lama Monachile.

Una caratteristica che rende ancor più unica questa città sono gli aforismi che adornano le vie del centro storico. Si tratta di un dettaglio molto particolare, mentre passeggiate per le strette stradine noterete queste frasi poetiche dove molti curiosi si fermano a scattare foto. È Guido “il Flaneur” l’artefice di questa mossa artistica, che è riuscito ad offrire al cuore della città maggiore magia e poeticità.

La Chiesa Matrice di Polignano

La Chiesa di Santa Maria Assunta sorge nella piazza dell’Orologio, nel centro storico del paese. In antichità su quest’area sorgeva un tempio pagano. La facciata unisce il barocco con elementi gotici. È presente un campanile alto 23 metri. All’interno della Chiesa, nel Cappellone di San Vito, sono custodite le Reliquie del Santo. Fu cattedrale fino a quando la piccola parrocchia di Polignano fu consolidata con quella di Monopoli nel 1818.

Il Ponte e Lama Monachile

Lama Monachile, o Cala Ponte, è la spiaggia iconica di Polignano a Mare, si trova nel centro del paese ed è molto caratteristica perché si apre come un varco tra le rocce dove si inerpica il centro storico di Polignano. Ma ciò che rende davvero interessante questa spiaggia è che si apre lungo l’antica Via Traiana. Il ponte infatti sorge su di un antico ponte romano del II secolo d.c., parte di questo è attualmente visibile una volta scesi, occorre andare dalla direzione opposta alla spiaggia. L’attuale ponte invece risale al periodo borbonico ed è stato costruito nel XIX secolo. È alto circa 15 metri, la vista che offre è incantevole.

La statua di Domenico Modugno e il Museo Pascali

Alla fine del centro storico dopo una lunga camminata seguendo sempre il lungo mare si arriva alla statua di Domenico Modugno rivolta verso il centro abitato. Alta circa 3 metri realizzata da uno scultore argentino. Dalla parte opposta si apre invece una grande scalinata che offre un bel panorama sul litorale, percorrendola si arriva ad un’insenatura dove spesso la gente si tuffa, con acque limpide e tranquille. Tra le persone famose legate a Polignano a Mare c’è anche Pino Pascali autorevole esponente dell’arte povera. Nel 1998 è nata la Fondazione Museo Pino Pascali che raccoglie le opere dell’artista. Oggi in suo onore si tiene il Premio Pino Pascali, all’artista vincitore viene consegnata una scultura che riproduce la famosa “Coda di Balena” di Pino Pascali.

Statua domenico Modugno a Polignano a Mare
Statua domenico Modugno a Polignano a Mare

Scoglio dell’Eremita a Polignano

Si tratta di un grande masso roccioso, alto circa trenta metri poco distante dalla costa sud di Polignano. La leggenda racconta che un eremita si sia ritirato su questo isolotto, probabilmente un fedele che vagava diffondendo la parola del Vangelo. I pescatori di tanto in tanto approdavano sull’isolotto per lasciare provvigioni all’eremita e fu proprio così che un giorno lo ritrovarono senza vita. Di conseguenza i pescatori decisero di costruire sullo scoglio una cappella dedicata a Sant’Antonio Abate, anch’esso eremita. Oggi l’isola è una zona di protezione in quanto dimora di uno splendido esemplare di gabbiano corso.

Le spiagge di Polignano a Mare

Il litorale di Polignano è ricchissimo di grotte marine, dove i raggi solari che si incontrano con l’acqua creando un’atmosfera mistica. Il modo migliore per esplorarle è una gita in barca. Questo non significa però che non ci siano delle calette dove potersi tuffare. Queste sono alcune delle piccole spiagge presenti nel territorio polignanese:

Grotta marina a Polignano a mare
Grotta marina a Polignano a mare
  • Cala Paura, in prossimità del centro, non molto estesa, come tutte le spiagge in quest’area, ma molto affascinante;
  • Ponte dei Lapilli è una piccola spiaggia dalle acque limpidi, il nome “lapilli” indica le pietre arrotondate da cui è composta la spiaggia;
  • Porto Contessa più lontana dal paese dove ci sono due minuscole spiagge sabbiose;
  • Porto Cavallo, in prossimità del porto qui troviamo tratti sabbiosi e altri rocciosi;
  • Portalga, una minuscola insenatura molto affascinante perché ricca di piccole imbarcazioni coloratissime tipiche dei pescatori, da qui si vede anche lo Scoglio dell’Eremita;
  • Santa Caterina piccola spiaggia molto frequentata ma con tutti i servizi.

Cosa vedere nei dintorni di Polignano a Mare

Tra le cose da vedere nei dintorni di Polignano a Mare c’è sicuramente l’Abbazia di san Vito, nella frazione omonima. Di fondazione benedettina, è stata costruita intorno al X secolo, è una struttura maestosa e molto suggestiva, a ridosso del mare, con un enorme portico sulla facciata scandita con logge e arcate a tutto sesto.

A pochi chilometri di distanza troviamo Monopoli, un altro borgo di mare con un affascinante centro storico a ridosso del mare ricco di locali, e spiagge sabbiose ben attrezzate. Poco distante è anche la pittoresca Valle d’Itria, la valle dei trulli, le tipiche abitazione del luogo, circondati da ulivi secolari e masserie.

Abbazia di San Vito, Polignano a Mare
Abbazia di San Vito, Polignano a Mare

Cosa fare a Polignano a Mare: eventi

L’evento più sensazionale è il Red Bull Cliff Diving un evento unico e spettacolare, che ha contribuito a rendere Polignano così conosciuta. Dalle alte rocce di cala Monachile artisti di tutto il mondo si lanciano in tuffi straordinari. È possibile ammirare questo evento anche da imbarcazioni che per l’occasione organizzano anche aperitivi a bordo.

Il Libro Possibile è un evento che si tiene a luglio il cui fulcro è la lettura. Per quattro giorni le vie del paese ospitano stand con le ultime (e non solo) uscite letterarie. Durante queste giornate si tengono presentazioni dei libri, laboratori di lettura e scrittura, reading di poesia, ma anche momenti di musica e danza.

Anche Polignano celebra la tradizione dei Falò molto sentita nella nostra regione. La notte del 19 marzo piccoli falò riscaldano il centro storico del paese.

Tradizione Culinaria

La cucina di Polignano a mare si fonda su ingredienti che derivano dal mare e dalla terra circostante. Il ruolo principale è affidato ai frutti del mare, che danno vita a piatti come il riso, patate e cozze unico e irripetibile se non si conoscono e possiedono gli ingredienti del piatto. Anche il crudo mare è da tenere in considerazione, se il palato lo ammette, è una vera delizia. Un altro piatto tipico della tradizione è il purè di fave con cicorie accompagnato, a volte, con cornetti di peperone verde dolce fritto.

L’ortaggio più conosciuto del paese è la patata. Il clima mite e le caratteristiche della terra rendono donano alla patata il gusto per la quale è conosciuta. Anche la carota ha le sue peculiarità, ovvero le tonalità di colore che vanno dal prugna scuro al giallo canarino. Anche Polignano possiede la sua versione della focaccia barese, assolutamente da provare! Un altra tradizione di Polignano a Mare è il Caffè Speciale, ma non vi svelo gli ingredienti, lo scoprirete al primo assaggio!

Carote di Polignano a Mare
Tipiche Carote di Polignano a Mare

Come arrivare a Polignano a Mare

  • Auto: dall’A14 uscita Bari, poi lungo la SS16 seguire le indicazioni per Polignano a Mare;
  • Treno: Polignano possiede una stazione ben collegata;
  • Aereo: il più vicino è Bari Palese circa 50 km.
Foto Carla Fiume

Classe 1993, mi piace scrivere, viaggiare, lanciarmi in nuove avventure e scoprire nuovi luoghi. Mi emoziono facilmente davanti ai tramonti e ai gattini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.