All About Puglia » News » Dove Andare » Lecce e penisola salentina » Cosa vedere a Santa Maria di Leuca

Cosa vedere a Santa Maria di Leuca

Faro di Santa Maria di Leuca

Santa Maria di Leuca, il paese più a meridione della Puglia, cosa c’è da vedere? Si tratta di una rinomata meta turistica famosa per il blu intenso del mare e il bianco delle grotte e degli edifici del centro storico. Infatti l’origine del nome potrebbe derivare da Leukòs, ovvero bianco, luminoso.

In alcuni giorni, le condizioni climatiche, rendono visibile il confine tra mare Adriatico e Ionico. La differenza colorazione dei mari data dalla salinità delle acque, rende possibile segnare una linea immaginaria tra l’Adriatico e lo Ionico. Anche se in realtà la vera separazione tra due mari avviene nei pressi del Canale d’Otranto.

Santuario di Santa Maria de Finibus Terrae

Si racconta che dopo il viaggio di san Pietro in questa città, da tempio dedicato alla dea Minerva, diventò una chiesa cristiana. La struttura risale al ‘700, il nome deriva dal dipinto Madonna con Bambino detto appunto “Madonna de finibus terrae” (ovvero dove finisce la terra) di Jacopo Palma il Giovane, posto sull’altare maggiore. Nell’ala destra della chiesa possiamo ancora notare il monolitico dedicato al culto di Minerva. Lungo il viale che porta alla basilica si trova la Croce pietrina in ricordo del passaggio del Santo.

Panoramica di Santa Maria di Leuca al tramonto
Panoramica di Santa Maria di Leuca al tramonto

La cascata monumentale

Due rampe di scale ognuna con 296 gradini collegano il santuario con il porto vecchio, separate da una cascata artificiale aperta solo in occasioni di eventi eccezionali. Il panorama offerto da questa scalinata è veramente suggestivo, da qui infatti, si può ammirare la lunga distesa del mare e tutto il lungomare di Leuca. Questa cascata rappresenta la fine dell’acquedotto pugliese.

Le grotte di Santa Maria di Leuca

Leuca è famosa anche per le sue suggestive grotte. La costa dalla parte adriatica è alta e scoscesa, mentre dalla parte ionica è più bassa e omogenea, le grotte sono presenti in entrambi i litorali. Per godere al massimo di questo spettacolo della natura vi consiglio un’escursione in barca, che vi fa vedere da vicino la bellezza di queste grotte. Sono tantissime le grotte da ammirare e dove perdersi tra giochi luce che si creano con la luce del sole tra il blu delle acque e il bianco della roccia. In alcune di queste si sono scoperti ritrovamenti del neolitico, come nella Grotta del Diavolo, dove sono state osservati ossa, armi e utensili di quel periodo.

Grotta sulla costa a Santa Maria di Leuca
Grotta sulla costa a Santa Maria di Leuca

Le ville ottocentesche

Diventate attrazione turistica, le ville ottocentesche di Santa Maria di Leuca, compaiono sulla lista delle cose da vedere in questa città. Il loro avvento si è registrato intorno al XIX secolo, ma durante la guerra molte sono state spogliate dei loro particolari decorativi in metallo perché servivano per la produzione di armi. Nonostante ciò, tante ville hanno conservato il loro splendore e ammirarle è un vero spettacolo. Queste ville fondono al loro interno diversi stili, ma la cosa interessante è che a crearle siano stati sempre i soliti due architetti, Ruggeri e Rossi. Tra quelle meglio conservate vi segnalo: Villa Daniele, soprannominata la nave per la sua forma; Villa Mellacqua progettata dal Ruggeri su mandato della famiglia Mellacqua; Villa Meridiana, che prende il nome dall’orologio collocato sulla facciata; e infine Villa Episcopo dallo stile più orientale.

Ville a Santa Maria di Leuca
Ville ottocentesche a Santa Maria di Leuca

Altro da vedere a Santa Maria di Leuca

Tra le altre cose da vedere a Leuca vi segnalo la Chiesa di Cristo Re, nel centro della marina del paese, lo stile è gotico e romanico, la pietra utilizzata è il carparo, il pavimento è formato da un bellissimo mosaico. Sul lungomare Cristoforo Colombo troviamo la Torre dell’Uomo Morto o Torre dell’Omomorto è una delle tantissime torri che si trovano con lungo la costa salentina. Il nome deriva dal fatto che sono stati ritrovate ossa umane all’interno della torre. Avevo la scopo di difesa ma anche di avvistamento di nemici. La particolarità è dovuta al fatto che invece della cannoneria c’è una semplice porta. Infine vi cito il faro di Santa Maria di Leuca, si trova sulla Punta Meliso a pochi passi dalla piazza della Basilica, da dove potrete ammirare un meraviglioso panorama.

Cosa vedere nei dintorni di Santa Maria di Leuca

Trovandosi nel punto più a sud della Puglia, Leuca, rappresenta il punto migliore per esplorare sia la parte ionica che la parte adriatica. Tra le cose da vedere assolutamente in quest’area vi segnalo il Ponte Ciolo, in località Gagliano del Capo. Il ponte si erge su di una meravigliosa insenatura così alta da ricordare i fiordi norvegesi. La costa così alta, il mare che si insinua nell’insenatura creano uno spettacolo suggestivo che merita di essere visto.

La località è inserita tra l’altro nel territorio del parco naturale regionale Costa Otranto-Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase. Il parco si estende lungo la parte orientale del Salento. Caratteristica del parco sono le grotte costiere in cui sono state ritrovate numerosi fossili del paleolitico e del neolitico. Se avete voglia di conoscere il Salento adriatico vi consiglio di visitare la fantastica Torre dell’orso, una località balenare con una spiaggia bellissima e una emozionante leggenda.

Se invece volete scoprire il salento occidentale, a pochi chilometri potrete ammirare splendide località con lunghe spiagge, sabbie bianche e fini, mare dai colori paradisiaci, conosciute come le Maldive del Salento e spingervi fino a Gallipoli, la meta del divertimento e delle bellissime spiagge. Infine, se volete invece conoscere l’arte e la cultura del Salento non dovete far altro che raggiungere Lecce e perdervi per il caratteristico centro storico.

Cosa fare a Santa Maria di Leuca

Il 15 agosto si celebra la festa patronale in onore della Madonna di Santa Maria di Leuca. La statua della Madonna  viene portata in processione per tutto il paese fino al porto, dove viene imbarcata su una paranza di pescatori addobbata per l’occasione, e viene seguita da altre barche. La festa si conclude con lo spettacolo pirotecnico. La devozione della Madonna è dovuta alla credenza che sia la protettrice dei pescatori.

Altro evento imperdibile è “Ville in festa“, a maggio, le ville ottocentesche vengono aperte al pubblico e vengono descritte le caratteristiche storiche ed architettoniche. Il tour guidato prevede anche la degustazione di prodotti tipici e specialità enogastronomiche.

La Sagra del Pesce fritto una meravigliosa sagra dove potrete assaggiare le ricette tipiche a base di pesce, la festa si svolge a Punta Ristola. Infine La Notte Bianca un evento in cui i negozi rimangono aperti fino a sera, le strade e le piazze di Leuca si popolano di vari spettacoli musicali, stand enogastronomici e spettacoli d’intrattenimento, con lo sfondo del bellissimo centro di Leuca.

Tradizione Culinaria

La cucina di santa Maria di Leuca è una cucina prettamente mediterranea, ricca dei profumi della terra e del mare. Una pietanza tipica di Leuca sono le pittule palline di semola fritte che accompagnano i pasti. Le friselle vengono condite con i famosi pomodori di Morciano di Leuca. Ma i primi più famosi di Leuca sono: ciceri e tria pasta di semola fatta in casa,  fritta, e servita con i fagioli e la taieddha, pasta con zucchine, pomodori, cozze e cipolla.

Il pesce è il protagonista in piatti come la zuppa di pesce, grigliate di pesce, frittelle di alghe marine, insalata con chele di granchio e l’immancabile frittura. Poi ancora potrete assaggiare la pitta, una focaccia di patate con ripieno di verdure, olive nere, pomodori e cipolla, e non dimenticate la carne alla pignata, la carne è cotta in questa “pignata” di terra cotta, in maniera lenta e uniforme. La polpetta tipica si chiama sciutella, preparata con uova, formaggio, pane, farina, menta, e cotta nel brodo.

Vi consiglio di passeggiare per il centro di Leuca e cercare le pietanze tipiche, solo così potrete davvero conoscere e apprezzare la tradizione culinaria salentina, e scoprire magari qualcosa in più!

Vista dal drone di Santa Maria di Leuca

Come arrivare a Santa Maria di Leuca

  • Auto:  autostrada fino a Bari, poi S.S. 16 Brindisi – Lecce, poi seguire le indicazioni per Gallipoli S.S.101 e poi ancora per Santa Maria di Leuca;
  • Treno: dalla stazione di Lecce si può proseguire con il treno locale delle ferrovie Sud Est;
  • Aereo: 90 km dall’aeroporto di Brindisi Casale.
Foto Carla Fiume

Classe 1993, mi piace scrivere, viaggiare, lanciarmi in nuove avventure e scoprire nuovi luoghi. Mi emoziono facilmente davanti ai tramonti e ai gattini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.