All About Puglia » News » Dove Andare » Lecce e penisola salentina » Cosa vedere a Torre dell’Orso

Cosa vedere a Torre dell’Orso

torre dell'orso puglia

Torre dell’Orso cosa c’è da vedere? è una località balneare nel Salento Adriatico ed è anche una delle 5 marine di Melendugno. Ma cosa vedere a Torre dell’Orso? Uno dei tratti salienti di questo paesino balneare sono “le due sorelle”. Si tratta di due faraglioni che si possono ammirare dalla spiaggia omonima. La sabbia è finissima e dorata e il mare è particolarmente limpido. Questa zona, infatti, è stata premiata più volte con la bandiera blu per la pulizia del mare.

Il nome della località deriva probabilmente da una torre presente sulla costa, del XVI secolo, usata per avvistare le navi che si avvicinavano al Salento, “orso” probabilmente deriva dal nome del proprietario. Un’altra versione attribuisce il toponimo alla roccia sottostante la torre, che sembra raffigurare un orso.

La costa di Torre dell’Orso in Puglia

Tra le cose da vedere a Torre dell’Orso al primo posto troviamo ovviamente la costa! La spiaggia assume quasi una forma a mezza luna con alle estremità due scogliere molto alte. Scogliere che riparano la costa dai forti venti e che rendono il mare sempre calmo e trasparente. Alla spiaggia ci si arriva attraversando suggestive dune con pinete. A nord della baia ci sono antiche grotte, oggi murate, che i pescatori, in passato, usavano per depositare gli attrezzi da pesca. Volgendo lo sguardo verso nord si può ammirare la torre che ha dato il nome al luogo. A sud, invece, troviamo il corso d’acqua Brunese, le due sorelle e la grotta San Cristoforo. Sulla spiaggia di Torre dell’Orso ci sono molti stabilimenti balneari, di conseguenza è una spiaggia particolarmente frequentata dagli stessi salentini e dai turisti.

Le grotte marine

Lungo la costa di Torre dell’Orso sono presenti antiche grotte, dove sono ben visibili testimonianze graffiti in latino e in Grecia che fanno riferimento a dei dell’antichità. La più importante, come abbiamo anticipato è la grotta di San Cristoforo. Sembra possa risalire al III e il IV secolo a.C.. Le croci visibili all’interno testimoniano che è stata frequentata da marinai, marinai e mercanti, fino al cristianesimo e al medioevo. In particolare, un graffito segna la ricchezza di questi ritrovamenti “Felicior Ispanus petit ad deo uti se tute e timorsi si ne os ten eat vadi” in cui un uomo chiede agli dei di poter attraversare il canale d’Otranto in totale sicurezza.

Il borgo di Torre dell’Orso

Tra le cose da vedere a Torre dell’Orso, oltre le spiagge dove rilassarsi durante la giornata, non dimentichiamo del piccolo ma incantevole borgo balneare. In particolare di sera assume un fascino particolare. Le vie della città si popolano di gente tra chioschetti, bar, ristoranti e gelaterie dove potrete gustare tutte le bontà della cucina salentina e le prelibatezze offerte dal vicino mare. Questa località si presta particolarmente anche alle famiglie in quanto si tratta di un paese tranquillo che offre relax per gli adulti e divertimento per i più piccini. Organizzate una vacanza a Torre dell’Orso se avete bisogno di relax e di trascorrere del tempo immersi in un’eden tra mare e natura. Inoltre Torre dell’orso è poco distante da altre mete estive tipiche come Otranto e la sua cava di bauxite, ma anche la bellezza eterna e barocca di Lecce.

Cosa vedere a Torre dell'orso
Le due sorelle al tramonto, Torre dell’orso

La leggenda delle due sorelle

Non si può andare a Torre dell’Orso e non incantarsi davanti alla vista delle due sorelle, soprattutto dopo aver conosciuto la loro tragica storia. La leggenda narra che il nome sia dato da due ragazze che vivevano in questi territori, che non avevano mai abbandonato il lavoro neanche per guardare il mare. Un giorno pero, la calura estiva era troppo anche per loro, decisero di trovare sollievo sulla costa. Arrivate sull’alta scogliera ammaliate dallo spettacolo offerto dal mare, una delle due si sporse troppo e cadde in mare. Immediatamente l’altra sorella si buttò per cercare di salvarla, ma purtroppo non ci riuscì. Gli dei, impietositi dalla loro storia, decisero di trasformarle nei due splendidi faraglioni. Così avrebbero trascorso l’eternità una al fianco dell’altra.

La spiaggia di Torre dell’Orso

Come arrivare a Torre dell’Orso:

  • Auto: da Bari attraverso la S.S.16 direzione Brindisi senza mai svoltare continuare percorrendo la SS613 direzione Lecce. Poi seguire le prossime indicazione. Da Brindisi la SS613 direzione Lecce. Giunti a Lecce imboccare la tangenziale est (Stadio-Otranto) e proseguire fino l’uscita San Cataldo 7B. Da qui costeggiare la litoranea seguendo le indicazioni per Torre dell’Orso;
  • Treno: dalla stazione di Lecce prendere un’autobus;
  • Aereo: l’aeroporto di Brindisi è il più vicino, poi bus.

Qui trovi tutte le info necessarie per arrivare o spostarti in Puglia.

Foto Carla Fiume

Classe 1993, mi piace scrivere, viaggiare, lanciarmi in nuove avventure e scoprire nuovi luoghi. Mi emoziono facilmente davanti ai tramonti e ai gattini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.