San martino in puglia

La festa di San Martino in Puglia è una ricorrenza molto sentita in tutta la regione. Si tratta di una festa celebrata in tutta Italia che cade l’11 novembre ed è accompagnata da usanze differenti per ogni regione. È legata a San Martino di Tours un soldato dell’impero romano il quale una notte divise il suo mantello con un mercante infreddolito e seminudo, quella notte ebbe una visione di Gesù e si convertì al cristianesimo. Attualmente quando ci si riferisce quest’episodio si parla di “Estate di San Martino” perché dopo questo accadimento le temperature diventarono più miti.

In Puglia, San Martino, vuole dire riunirsi in famiglia, le tavole son imbandite e il vino, novello, è immancabile. Essendo la Puglia terra di viticoltori, San Martino è un evento ricco di tradizioni, soprattutto nel Salento. “A San Martino ogni mosto diventa vino” dice un antico proverbio infatti durante questo evento viene consumato il vino novello. Altro non è che un tipo di vino che non può essere conservato a lungo perché le bucce degli acini non vengono fatte macerare, dev’essere dunque consumato in fretta ed infatti è il protagonista indiscusso delle cene di San Martino.

San Martino nella Tradizione in Puglia

Secondo la tradizione, negli stessi giorni in cui cade la festa di san Martino, si celebrava la fine dell’anno agricolo. A questo si accompagnava chiaramente una festa del ringraziamento per il raccolto ma anche una preghiera e un auspicio per l’anno agricolo a venire, e sperare in un raccolto prospero e privo di insidie. Proprio l’11 novembre infatti era la data in cui, in passato, si rinnovavano i contratti di affitto dei fondi e dei pascoli. I contadini, in questi gironi offrivano i loro prodotti ai compaesani e offrivano il vino, simbolo di benessere e ricchezza e si tenevano anche fiere e sagre. Negli anni la tradizione è rimasta invariata. Condividendo il proprio raccolto, dunque le proprie fortune con gli altri, si riporterebbe in vita “l’Estate del Santo” e si assisterebbe ad una interruzione delle rigide temperature del periodo.

Perché questa ricorrenza è legata al vino novello?

Si dice che San Martino è il protettore dei viticoltori, degli vendemmiatori e degli ubriachi, ma perché? Be’ il santo viene ricordato principalmente per un miracolo in cui protagonista è il vino. O meglio l’acqua che si trasforma in vino! Quindi una prima motivazione deriva molto semplicemente da questo. Ma in seconda analisi possiamo trovare un altro collegamento. Come abbiamo detto durante questa settimana il ciclo degli agricoltori arrivava al termine rappresentava dunque la fine del raccolto e l’assaggio del primo vino. Durante la vendemmia si sono messi da parte mosti che in questa settimana diventano vini novelli e sono quindi pronti per l’assaggio. Ecco spiegato il perché del collegamento.

San Martino nel Salento

Nel Salento questa festività è molto sentita e si festeggia ogni anno. Si organizzano pranzi o cene riunendo famiglia e amici, si brinda con il vino novello e si arrostiscono le caldarroste di stagione e carne genuina. Come da tradizione poi, si preparano le pittule ovvero delle frittelline di pane fritto e rapecaure n’fucat ovvero rape calde affogate. San Martino in Puglia vuol dire ospitalità che ha lo scopo di rievocare il solidale gesto che il Santo fece nei confronti del pover’uomo infreddolito. Ogni piccola usanza della tradizione locale si fonda su qualcosa di vivo nello spirito cristiano, ed è bello riportarlo in vita tutt’ora. È noto che il Salento è una terra ricca di vino infatti negli ultimi anni, per volere dell’associazione Movimento Turismo del Vino è nato l’evento “Cantine aperte a San Martino” quest’anno come sappiamo quest’evento non si terrà, ma è bene ricordarlo perché si tornerà a festeggiare e a riscoprire queste belle tradizioni, degustano vino e assaporando la cucina tipica salentina.

Cantine aperte a San Martino in Puglia
Foto Carla Fiume

Classe 1993, mi piace scrivere, viaggiare, lanciarmi in nuove avventure e scoprire nuovi luoghi. Mi emoziono facilmente davanti ai tramonti e ai gattini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.