Palazzo nel centro storico di Foggia

Foggia, terza città pugliese per popolazione, ricca di monumenti Federiciani e non solo, resa capitale sotto il regno di Federico II, cosa c’è da vedere a Foggia? È situata al centro del Tavoliere delle Puglie, la pianura d’Italia più vasta dopo la Pianura Padana. Foggia ha anche dato i natali a Renzo Arbore autore di brano famosi come Cacao Meravigliao, o Ma la notte no. Un artista poliedrico che ha spaziato dalla musica, al cinema fino alla televisione ed è considerato il primo disc jockey italiano.

Questa città ha una storia molto ricca alle spalle. Troviamo testimonianza di insediamenti umani già nel Neolitico. Con Federico II questa città conosce un periodo di vero splendore. Egli fece infatti costruire un imponente palazzo che divenne una delle sue residenze preferite. Amava questi luoghi soprattutto perché si trattava di un area perfetta per praticare la caccia.

Nonostante i terribili terremoti e i bombardamenti della seconda guerra mondiale che l’hanno colpita, Foggia ha ancora molto da offrire, vediamo insieme cosa vedere in questa città.

La Cattedrale di Foggia

L’imponente Cattedrale di Foggia eretta nel XII secolo in stile romanico pugliese. Con le modifiche successive, ha perso lo stile originario, ma non perde di certo fascino. La storia di questa cattedrale si intreccia con la leggenda dell’Iconavetere, ovvero la Madonna dei sette veli. Si racconta che durante una notte un pastore vide tre fiamme galleggiare sull’acqua, nell’attuale Piazza del Lago, qui trovò una tavola raffigurante la Madonna dei sette veli. Questa leggenda è anche rappresentata sul rosone della cattedrale.

Foggia Sotterranea

Sotto il centro storico di Foggia si nasconde forse il tesoro più prezioso. Nel sottosuolo infatti si snoda un ricco dedalo di vie che risalirebbero al medioevo. Secondo alcuni studiosi, sotto Piazza Purgatorio, si troverebbe il Palatium, il palazzo reale dello Stupor Mundi ovvero di Federico II. La cavità sotterranea più importante e maggiormente studiata è quella di via San Domenico, poco distante dalla Chiesa del Purgatorio. In questi spazi sono raccolte le testimonianze del passato di questa incredibile città. Attualmente è l’unica visitabile, grazie ai lavori di ricerca e miglioramento dell’Associazione Ipogeo di Foggia.

La Reggia Federiciana

Ovvero un insieme di palazzi estremamente eleganti che un tempo erano residenze signorili. Palazzo Buongiorno, molto famoso, risalente al XVIII secolo, vicino alla chiesa del Purgatorio. Palazzo del Vento anche questo del XVIII secolo, e l’ottocentesco Palazzo Siniscalco-Ceci conservato molto bene. Il Palazzo Marzano è invece il più antico che Foggia è riuscita a conservare. Infine vi raccomando Palazzo Dogana costruito nel XV secolo, un tempo sede della Regia Dogana della Mena delle Pecore di Foggia (istituzione aragonese) e fu il punto nevralgico dello scambio di merci per tutta l’Italia meridionale.

Foggia cosa vedere
Piazza XX Settembre, Foggia

Il Centro Storico di Foggia

Il centro storico di Foggia è molto caratteristico e ricco di storia. Camminerete tra viette che sembrano essersi fermate nel tempo, tra palazzi interessanti per la storia che hanno vissuto e chiese architettonicamente rilevanti. Come la Chiesa delle Croci nominata Monumento Nazionale e costruita all’epoca della Dogana delle Pecore. Ricordatevi anche di fare un giro nella splendida Villa Comunale al cui ingresso troviamo un’imponente pronao con 28 colonne tuscaniche.

Il teatro Umberto Giordano

Foggia è veramente ricca di teatri, ma questo è indubbiamente il più bello e il più importante. Terminato nel 1828, fu costruito da un architetto napoletano in stile neoclassico. Inizialmente fu intitolato al sovrano Ferdinando, dopo l’unita d’italia fu invece dedicato al compositore foggiano Umberto Giordano. La pianta del è tipica dei teatri all’italiana ovvero a forma di ferro di cavallo con tre ordini e un loggione.

Cosa vedere a Foggia: dintorni

Foggia è molto bella ma come tutte le grandi città, dopo esserci stati, avrete bisogno di un po’ di relax. Siete fortunati perché all’incirca mezz’oretta di distanza c’è il Parco Nazionale del Gargano. Qui potrete immergervi nella natura e conoscere aspetti differenti rispetto al resto del territorio pugliese. A 12 km da Foggia c’è anche Il parco naturale regionale Bosco Incoronata, all’interno troverete anche il santuario della Madonna Incoronata, meta di pellegrinaggi. Non dimenticatevi che Foggia è circondata ad ovest dai monti Dauni, verso est vi avvicinate al Mar Adriatico, e a sud la Valle dell’Ofanto. Insomma avete solo l’imbarazzo della scelta!

Tradizioni Culinarie

La cucina foggiana è molto famosa per la sua bontà, perché i prodotti tipici utilizzati derivano da materie prime del territorio. È una cucina semplice ma buona, che si affida ai prodotti locali. Un’eccellenza di Foggia sono sicuramente i formaggi, per lo più di origine ovina, come il pecorino o la ricotta forte che come suggerisce il nome stesso ha un sapore molto forte. Alcuni piatti tipici della tradizione foggiana che posso consigliarvi sono: Scagliozzi si tratta di pezzetti di polenta fritta, una vera goduria per il palato! Lampascioni fritti, forse quella di friggere è una tradizione molto sentita in tutta la Puglia, ma in fin dei conti non hanno per niente torto. Ciambotta una rivisitazione del minestrone classico, ma dal sapore decisamente più intenso. Infine il dessert, ovvero I squarcell’ fatti con farina , latte, sugna e uova, decorati con confettini colorati, da provare! Oppure le famose mandorle atterrate, mandorle ricoperte con una deliziosa glassa al cioccolato, un vero paradiso per il palato!
Qui invece parliamo dei prodotti che hanno avuto dei riconoscimenti.

Mandorle atterrate foggiane
Mandorle atterrate foggiane

Cosa fare a Foggia: eventi

A Foggia si tengono diversi eventi culturali molto interessanti. Uno incentrato sulla musica, il Foggia Jazz Festival e un altro sul cinema come il Foggia Film Festival che quest’anno si terrà a novembre. Per quanto riguarda invece la festa patronale, dedicata alla Madonna del Sette Veli si tiene in primavera.

Come arrivare a Foggia:

  • Auto: l’autostrada A14 Bologna – Taranto, uscita Foggia oppure dalla A1 Roma – Napoli poi A16 Napoli – Canosa, uscita Candela, poi prendere la SS655 Candela-Foggia, direzione Foggia;
  • Treno: Foggia possiede una stazione propria ben collegata;
  • Aereo: dall’aeroporto di Bari, oppure da quello di Foggia, ma verificare precedentemente la disponibilità.
Foto Carla Fiume

Classe 1993, mi piace scrivere, viaggiare, lanciarmi in nuove avventure e scoprire nuovi luoghi. Mi emoziono facilmente davanti ai tramonti e ai gattini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.